Ripple, la criptovaluta caduta in disgrazia

Ripple, la criptovaluta caduta in disgrazia

Ripple (XRP), una delle criptovalute più popolari e più apprezzate sul mercato, è caduta in disgrazia. E questo succede all'apice del boom delle criptovalute con il Bitcoin che batte ogni giorno il record di prezzo. La U.S. Securities and Exchange Commission (SEC) ha intentato una causa contro Ripple, per aver venduto l'XRP come se fosse una valuta, quando si tratta solo di un titolo senza licenza di operare.

L'indagine della SEC ha scoperto che Brad Garlinghouse, CEO di Ripple, e Chris Larsen, co-fondatore, hanno raccolto illegalmente 1,3 miliardi di dollari attraverso la vendita di XRP. Ripple ha affermato che le accuse erano false e che si difenderà. La verità è che questa causa ha portato a un forte calo della moneta criptata, che ha perso il 66% del suo valore, a soli 0,20 centesimi.

Anche gli Exchange hanno reagito. Ad esempio, Coinbase, una degli Exchange leader a livello mondiale, ha sospeso le negoziazioni in XRP e, a partire dal 19 gennaio, sospenderà tutte le negoziazioni di questa criptovaluta. Ciò ha suscitato timori nei portatori di questa criptovaluta che ora vogliono disperatamente vendere.

Il modello Ripple fallito

La caduta di Ripple può essere compresa dal modello su cui si basa questa criptovaluta. Oggi esistono due modelli: le valute criptate con valore indipendente, come il Bitcoin, e quelle che costituiscono un valore che varia a seconda dell'azienda che la sostiene. Migliore è l'azienda, migliore è la quotazione della criptovaluta. Il Ripple XRP funziona esattamente con questo secondo modello.

Inoltre, a differenza di altre criptomonete altamente legittime come Bitcoin ed Ethereum, l'XRP non è estratto. Ripple, in quanto azienda, decide quante monete mette in circolazione e conserva il resto. Ripple ha dichiarato di avere emesso 100 miliardi di XRP, ma finora ne ha rilasciato solo una parte. L'azienda ha tenuto per sé circa 48 miliardi di XRP. Ripple rilascia le criptovalute in certi momenti, quasi sempre quando i mercati vanno al rialzo.

Questo dimostra che l'XRP si basa su Ripple per funzionare e questo elemento lo distingue dalle altre criptovalute. La causa della SEC contro Ripple potrebbe anche coinvolgere altre criptovalute. Anche Bitcoin, che ha un modello decentralizzato e non dipende da una specifica azienda, è stato sfiorato dallo scandalo, perché sono aumentati i dubbi sulle criptovalute. Anche Ethereum è stato colpito, perché ad un certo punto della sua storia è ricorso a un modello con alcune somiglianze con quello di Ripple.

Ripple ha dichiarato che sta cercando una sede al di fuori degli Stati Uniti. I dirigenti della società hanno accusato gli USA di frenare lo sviluppo e l'innovazione. Hanno anche affermato che sia il Bitcoin che l'Ethereum sono sostenuti dalla Cina.

Come finirà lo scandalo Ripple? La sua uscita dagli Stati Uniti è certa; ma sembra difficile che possa rimanere la terza criptovaluta più grande del mondo.

Avvertenze di rischio
I punti di vista e le opinioni espresse sono le opinioni di Crypto Currency 10 e sono soggette a modifiche in base al mercato e ad altre condizioni. Le informazioni fornite non costituiscono un consiglio di investimento e non dovrebbero essere considerate come tali. Tutto il (i) materiale (i) è stato ottenuto da fonti ritenute attendibili, ma la sua accuratezza non è garantita. Non vi è nessuna garanzia o rappresentazione in merito all'attuale precisione o responsabilità per le decisioni basate su tali informazioni.
Le variazioni dei tassi di cambio possono avere un effetto negativo sul valore, sul prezzo o sul reddito di un investimento.
La performance passata non è garanzia di risultati futuri e il valore di tali investimenti e delle loro strategie potrebbe aumentare o diminuire.

localbitcoin_it_240x300

Luna_240x600_it

Cryptocurrency10.com
Avenida Samuel Lewis, Torre Omega, suite 5D.
Panama.

Generale: [email protected]
Clienti: [email protected]
Supporto: [email protected]

Telefoni
Italy: +39 (06) 99335786
Spagna: +34 (93) 1845787
Panama: +507 8327893
Panama: +507 8339512
Stati Uniti: +1 (305) 3402627

Urgenze:
+507 8339512

Servizio al cliente dalle
15:00 - 18:00 (inglese, italiano, spagnolo)