Cuba approva un regolamento per autorizzare le criptovalute

Cuba approva un regolamento per autorizzare le criptovalute

Il paese caraibico Cuba approva un regolamento per autorizzare le criptovalute. In meno di un anno, la Banca Centrale ha approvato due documenti relativi alle criptovalute. Il primo stabilisce la posizione ufficiale dell'Avana sulle criptovalute. Nel frattempo, il secondo ha dettagliato il processo che la Banca seguirà per concedere le licenze ai gestori di criptovalute.

Le criptovalute hanno avuto un boom straordinario a Cuba. Molti li vedono come una possibile soluzione per superare le barriere imposte dall'embargo statunitense. Tra i principali usi delle criptovalute ci sono la ricezione di rimesse, il pagamento di prodotti e servizi, così come i processi di investimento. Nel paese ci sono diverse imprese che funzionano come gateway di pagamento e permettono lo scambio di criptovalute P2P (da persona a persona).

La prima risoluzione è stata rilasciata alla fine di agosto 2021. In esso, la Banca Centrale di Cuba è stata riconosciuta come l'entità incaricata di regolare "l'uso di certi attivi virtuali nelle transazioni commerciali, così come la concessione di licenze a fornitori di servizi di attivi virtuali per operazioni relative ad attività finanziarie, di scambio e di raccolta o di pagamento, nel e dal territorio nazionale".

Inoltre, questa risoluzione ha chiarito che le persone giuridiche a Cuba possono utilizzare beni virtuali solo tra di loro e con persone fisiche. Ma solo per "operazioni monetarie-mercantili, di cambio e di scambio, così come per soddisfare obblighi pecuniari, quando così autorizzato dalla Banca Centrale di Cuba". Nel frattempo, le organizzazioni politiche, di massa e sociali e gli organismi dell'amministrazione centrale dello Stato si "asterranno" dall'utilizzare le criptovalute.

Giorni fa, la Banca Centrale di Cuba ha rilasciato la risoluzione 89, che riconosce che emetterà licenze per i servizi di criptovaluta all'interno del paese. Questi permessi avranno una durata di un anno, inizialmente prorogabile per un altro anno. Le licenze saranno rilasciate sia a persone fisiche che giuridiche.

Per rilasciare la licenza, la Banca Centrale terrà conto della "legalità, tempestività e interesse socio-economico dell'iniziativa, le caratteristiche del progetto, la responsabilità dei richiedenti e la loro esperienza nell'attività".

La risoluzione chiarisce anche che tutti i fornitori di servizi di criptovaluta a Cuba saranno controllati per evitare che commettano frodi.

Avvertenze di rischio
I punti di vista e le opinioni espresse sono le opinioni di Crypto Currency 10 e sono soggette a modifiche in base al mercato e ad altre condizioni. Le informazioni fornite non costituiscono un consiglio di investimento e non dovrebbero essere considerate come tali. Tutto il (i) materiale (i) è stato ottenuto da fonti ritenute attendibili, ma la sua accuratezza non è garantita. Non vi è nessuna garanzia o rappresentazione in merito all'attuale precisione o responsabilità per le decisioni basate su tali informazioni.
Le variazioni dei tassi di cambio possono avere un effetto negativo sul valore, sul prezzo o sul reddito di un investimento.
La performance passata non è garanzia di risultati futuri e il valore di tali investimenti e delle loro strategie potrebbe aumentare o diminuire.

voip_240x600_it

Cryptocurrency10.com
Avenida Samuel Lewis, Torre Omega, suite 5D.
Panama.

Generale: [email protected]
Clienti: [email protected]
Supporto: [email protected]

Telefoni
Italy: +39 (06) 99335786
Spagna: +34 (93) 1845787
Panama: +507 8327893
Panama: +507 8339512
Stati Uniti: +1 (305) 3402627

Urgenze:
+507 8339512

Servizio al cliente dalle
15:00 - 18:00 (inglese, italiano, spagnolo)