Cosa succederà alle criptovalute di fronte al divieto della Cina?

Cosa succederà alle criptovalute di fronte al divieto della Cina?

Qual è il futuro delle criptovalute di fronte al divieto della Cina? Tutti i tipi di transazioni di criptovalute sono vietati.

Il mercato si interroga sul futuro delle criptovalute di fronte al divieto della Cina. Il governo comunista cinese ha deciso di mettere fuori legge tutte le transazioni di criptovalute.

La seconda economia più grande del mondo e il paese più popoloso del mondo potrebbero dare alle criptovalute il colpo di grazia? Immediatamente, il prezzo delle criptovalute più utilizzate oggi, come Bitcoin ed Ethereum, è crollato. Oltre alla caduta del loro prezzo, quali altri problemi causerà il veto cinese?

La decisione della People's Bank of China di considerare le transazioni di criptovaluta come "illegali e criminali" non è una notizia sorprendente. Questa è la settima volta negli ultimi otto anni che la Cina ha posto un veto simile, secondo Coindesk. Altre istituzioni cinesi, come l'Amministrazione Centrale del Cyberspazio e il Ministero della Pubblica Sicurezza, hanno anche aderito al divieto, citando presunte attività criminali, tra cui il riciclaggio di denaro.

In una dichiarazione ufficiale, la Banca del Popolo ha detto che Bitcoin, Ethereum e altre criptovalute non hanno "lo stesso status della valuta legale" e quindi "non possono circolare sul mercato come valuta". Pechino è stata a lungo riluttante ad accettare l'uso delle criptovalute da parte dei suoi cittadini, eppure continua a lavorare per creare una propria valuta stabile, lo yuan digitale. L'interesse per le criptovalute in Cina è enorme.

La Cina controlla fino al 65% dell'hashrate globale di Bitcoin

Secondo i calcoli del Cambridge Centre for Alternative Finance dell'Università di Cambridge, la Cina controlla fino al 65% dell'hashrate globale di Bitcoin. Tuttavia, da marzo di quest'anno, a causa delle restrizioni governative sul consumo di energia, la percentuale è scesa al 46,04%.

Il prezzo del Bitcoin è sceso del 6% dopo l'annuncio cinese e nei giorni successivi non è stato in grado di ritornare sui valori che aveva prima del veto; ma la caduta non è stata così forte come previsto. Questo potrebbe essere stato influenzato dal fatto che la Cina è recidiva quando si tratta di vietare le criptovalute. Pertanto, il divieto non influenzerà, anche a breve termine, lo sviluppo del valore delle criptovalute.

Data la persecuzione contro il mining di criptovalute da parte del Governo cinese, gli esperti credono che ci possa essere un esodo verso il vicino Kazakistan. Lì, l'approvvigionamento energetico proviene dalle miniere di carbone, che sono abbondanti in quella nazione, considerata tra i dieci maggiori produttori del mondo.

Secondo i dati dell'Università di Cambridge, l'hashrate globale del Kazakistan è cresciuto fino a sei volte nel 2021. Una proporzione che potrebbe aumentare ancora di più ora.

Avvertenze di rischio
I punti di vista e le opinioni espresse sono le opinioni di Crypto Currency 10 e sono soggette a modifiche in base al mercato e ad altre condizioni. Le informazioni fornite non costituiscono un consiglio di investimento e non dovrebbero essere considerate come tali. Tutto il (i) materiale (i) è stato ottenuto da fonti ritenute attendibili, ma la sua accuratezza non è garantita. Non vi è nessuna garanzia o rappresentazione in merito all'attuale precisione o responsabilità per le decisioni basate su tali informazioni.
Le variazioni dei tassi di cambio possono avere un effetto negativo sul valore, sul prezzo o sul reddito di un investimento.
La performance passata non è garanzia di risultati futuri e il valore di tali investimenti e delle loro strategie potrebbe aumentare o diminuire.

Luna_240x600_it

Cryptocurrency10.com
Avenida Samuel Lewis, Torre Omega, suite 5D.
Panama.

Generale: [email protected]
Clienti: [email protected]
Supporto: [email protected]

Telefoni
Italy: +39 (06) 99335786
Spagna: +34 (93) 1845787
Panama: +507 8327893
Panama: +507 8339512
Stati Uniti: +1 (305) 3402627

Urgenze:
+507 8339512

Servizio al cliente dalle
15:00 - 18:00 (inglese, italiano, spagnolo)