Partono i futures su Ethereum e il BGCI Index

Partono i futures su Ethereum e il BGCI Index

L’11 maggio alle 16:00 (ora di Londra), i primi contratti futures su Ethereum sono stati quotati sulla piattaforma Crypto Facilities, una società di trading per criptovalute con sede nel Regno Unito. Innanzitutto, i futures sono dei contratti standardizzati, in quanto quotati in Borsa, che permettono all’acquirente di acquistare una quantità predeterminata di un bene sottostante ad un determinato prezzo e ad una scadenza prefissata.
Possono avere come sottostante qualsiasi tipo di asset, quindi anche le criptovalute.
Vengono tipicamente utilizzati per fini di copertura da fondi di investimento e banche d’affari ma, ovviamente, possono avere anche una funzione speculativa.
Secondo il comunicato stampa di Crypto Facilities, i futures riguardanti Ethereum consentono agli investitori di assumere posizioni short e long.
Si tratta del primo future su Ether (ETH) – la criptovaluta di Ethereum – ad essere offerto da una società regolamenta, nel caso di specie da parte delle autorità del Regno Unito.
Secondo la società, questo strumento consente agli investitori di proteggersi dall’esposizione alla volatilità del cripto-mercato o di diversificare il proprio portafoglio.
L’offerta di questi strumenti finanziari consentirà alla Società inglese di attirare nuovi investitori, espandendo la propria linea di prodotti.
Crypto Facilities offre attualmente contratti futures sia per bitcoin che per Ripple. E lo sbarco anche su Ether non è un caso.
Ether è la seconda criptovaluta più liquida dopo bitcoin, con migliaia di dollari di negoziazioni al giorno, mentre la rete Ethereum è il fiore all’occhiello per gli smart contract nel mondo blockchain.

Molto interesse per il future di Ethereum

Tenendo conto della grande popolarità conseguita da Ethereum durante lo scorso anno, l’interesse non potrà che essere significativo, con nuovi investitori attratti da questo strumento di trading che porterà più liquidità al mercato.
È quindi probabile che l’offerta di contratti futures possa ampliarsi con altre criptovalute nei prossimi mesi.
Crypto Facilities lavorerà in collaborazione con Akuna Capital e B2C2, che forniranno liquidità per questo nuovo servizio.
Va ricordato che ci sono altre società che offrono contratti futures su criptovalute. Le prime entità finanziarie che hanno offerto questo servizio sono CBOE (Chicago Board Options Exchange) e CME Group (Chicago Mercantile Exchange), con i loro futures su bitcoin lanciati lo scorso dicembre.
D’altronde, Crypto Facilities fornisce al CME Group il tasso di cambio di bitcoin utilizzato nei suoi contratti futures.
A dicembre, l’uscita dei primi futures su bitcoin è stata ricevuta molto positivamente dal mercato, influenzando forse la sua irrazionale ascesa.
Sennonché, anche in base a una recente indagine della Federal Reserve Bank di San Francisco, proprio il lancio di questi derivati è stato additato come causa del successivo calo dei prezzi.
Dato l’interesse crescente da parte degli istituzionali per il mercato delle criptovalute, Bloomberg, leader mondiale tra i fornitori di dati di mercato, ha lanciato il Bloomberg Galaxy Crypto Index (BGCI), che è progettato per tracciare le prestazioni della porzione più liquida del mercato criptovalutario.
Il BGCI è un indice ponderato in base alla capitalizzazione di mercato, il che implica che le criptovalute con un market cap più elevato avranno un peso maggiore nell’indice.
Il BGCI sarà composto da un massimo di 12 criptovalute negoziate in dollari USA. Al momento del lancio sono presenti 10 criptovalute, tra cui bitcoin, Ether, Monero, Ripple e Zcash.
I componenti dell’indice coprono varie aree del mercato delle criptovalute: store of value e mezzi di scambio (ad esempio, bitcoin), criptovalute platform-based (Ethereum) e criptovalute orientate alla privacy (Monero).
Sarà ribilanciato e ricostituito mensilmente, e ogni peso costituente sarà compreso tra il massimo del 30% e il minimo dell’1%.
L’indice, partito con un valore base di 1.000, ha iniziato le quotazioni il 3 maggio 2018.

 

Vuole investire in criptomonete?

Le offriamo il portafoglio CryptoFIB30, settimanale in PDF. Nel documento viene riportato un portafoglio di criptovalute con alte prospettive reddituali suggerito dal nostro staff (vengono indicate le date ed i prezzi di acquisto delle cripto segnalate oltre a segnali operativi -quando vendere o tenere-).

Bitcoin Future: per chi invece preferisce seguire il derivato, viene analizzato il Bitcoin future, quotato sul CME, con l’indicazione di livelli importanti e target operativi di acquisto/vendita in ottica settimanale.

Pagare

Avvertenze di rischio
I punti di vista e le opinioni espresse sono le opinioni di Crypto Currency 10 e sono soggette a modifiche in base al mercato e ad altre condizioni. Le informazioni fornite non costituiscono un consiglio di investimento e non dovrebbero essere considerate come tali. Tutto il (i) materiale (i) è stato ottenuto da fonti ritenute attendibili, ma la sua accuratezza non è garantita. Non vi è nessuna garanzia o rappresentazione in merito all'attuale precisione o responsabilità per le decisioni basate su tali informazioni.
Le variazioni dei tassi di cambio possono avere un effetto negativo sul valore, sul prezzo o sul reddito di un investimento.
La performance passata non è garanzia di risultati futuri e il valore di tali investimenti e delle loro strategie potrebbe aumentare o diminuire.

Changelly 240x400

BANANA00

Coinmama-IT

etoroIT

binance240x200

Consulenze

Cryptocurrency10.com
Avenida Samuel Lewis, Torre Omega, suite 5D.
Panama.

Generale: [email protected]
Clienti: [email protected]
Supporto: [email protected]

Telefoni
Italy: +39 (06) 99335786
Spagna: +34 (93) 1845787
Panama: +507 8327893
Panama: +507 8339512
Stati Uniti: +1 (305) 3402627

Urgenze:
+507 8339512

Servizio al cliente dalle
02:00 - 06:00 (inglese, italiano, spagnolo)
08:00 - 17:00 (inglese, italiano, spagnolo)